Informazioni

Chi siamo
Come raggiungerci
Contatti
Pubblicazioni
Site Map

Servizi

Sala di lettura
Museo
Riproduzioni

Collezioni

 

 

 

 

 

Elenco della Compagnia Reale
Sarda, 1849-1850

Ordine del giorno della Compagnia
del Teatro d'Arte di Roma diretta da
Luigi Pirandello (1925)

Locandina per la prima di Francesca
da Rimini
di Gabriele D'Annunzio,
Compagnia di Eleonora Duse (1901)

I fondi non librari

La Biblioteca conserva un'importante raccolta di documenti d'archivio: contratti e scritture teatrali, contratti di affitto di teatri, relazioni e regolamenti di compagnie, borderò e scritture contabili, biglietti d'ingresso, documenti d'identità, passaporti, diplomi, ecc.
In particolare, la documentazione relativa alla Compagnia Reale Sarda e i numerosi documenti legati all'attività dell'impresario Francesco Pasta (1839-1905) sono di notevole interesse storico. Da citare sono anche i documenti relativi alla gestione di Domenico Righetti del Teatro Carignano di Torino e le migliaia di documenti contabili (bordereaux, movimenti di cassa, atti di locazione di palchi, ecc.) relativi al Teatro Valle di Roma, provenienti dal Fondo Capranica.

Una sezione a parte nelle raccolte di documenti d'archivio è costituita dall'Archivio storico della SIAE, composto di circa 2600 documenti. L'archivio è diviso in cinque sezioni: domande di iscrizione alla SIAE di autori ed editori; bollettini di dichiarazione per la tutela di una o più opere teatrali, musicali o letterarie; corrispondenza di autori italiani e stranieri con la SIAE; contratti di traduzione e cessione di diritti di rappresentazione di opere teatrali italiane e straniere; verbali delle riunioni di organi sociali della SIAE o di conferenze internazionali.
L'archivio fu creato negli anni Settanta allo scopo di sottrarre alla comune usura dei documenti d'ufficio una serie di carte che presentavano un notevole interesse storico e culturale. I criteri di raccolta seguiti furono essenzialmente due: l'antichità del documento e la notorietà dell'autore, dell'opera o del firmatario della carta.

Molto consistente è la raccolta di carteggi autografi conservata dalla Biblioteca Teatrale, composta di oltre 25 mila documenti. Il gruppo di documenti più numeroso proviene dal Fondo Rasi, una ricchissima raccolta di documenti soprattutto sulla vita teatrale dell'Ottocento, ma che comprende anche alcuni esemplari del XVII secolo.
Un altro importante fondo di carteggi è l'archivio Boutet, in maggior parte corrispondenza con autori ed attori tenuta da Edoardo Boutet durante il periodo della sua direzione della Stabile Romana. Numerosi anche i carteggi che compongono l'archivio Re Riccardi, relativo all'attività di Re Riccardi nella sua funzione di impresario e concessionario del repertorio francese in Italia.
Di grande valore storico, infine, è l'archivio Pasta per la vasta corrispondenza legata all'attività di Francesco Pasta, capocomico ed amministratore di compagnie teatrali.

La raccolta di copioni è costituita da circa 5 mila esemplari, molti dei quali manoscritti. Numerosi sono i copioni ottocenteschi, appartenuti ad importanti compagnie dell'epoca, che spesso recano visti e tagli di censura delle varie autorità politico-territoriali. Consistente è anche la raccolta di copioni del repertorio napoletano di fine Ottocento e primo Novecento.
Fra i copioni autografi, meritano d'essere citati, oltre al celebre Liolà di Pirandello nella doppia versione italiana e siciliana, La nemica di Dario Niccodemi, Notte 'e neve di Roberto Bracco, Carne bianca di Luigi Chiarelli, Carlo Gozzi di Renato Simoni, la versione francese di Elektra di Hugo von Hofmannsthal per Eleonora Duse, Chill'è pazzo di Eduardo De Filippo.
Alcuni copioni presentano annotazioni autografe di attori o di altri autori; fra questi, Piccole cause di Teresa Sormanni con annotazioni di Paolo Ferrari; Rosalinda da Shakespeare, con annotazioni del traduttore Panzacchi; Macbeth di Shakespeare con annotazioni di Alamanno Morelli. Tra i copioni con visto di censura degli anni Cinquanta-Sessanta sono presenti quelli di Carnet de notes n. 1 e 2 di Alberto Bonucci e Franca Valeri.

Tra i soggetti e le sceneggiature, è da ricordare il soggetto autografo L'illusione di Renato Simoni. Numerose le sceneggiature di Viola. Dal Fondo Callari provengono Il viaggio, sceneggiatura dattiloscritta tratta da un racconto di Pirandello, per un film con la regia di De Sica, e Il fu Mattia Pascal per un film con la regia di Chenal.

La Biblioteca Teatrale possiede una vastissima raccolta di locandine e programmi di sala di grande valore documentario. Le tipologie di documenti sono varie, dalle gride e i bandi sei-settecenteschi ai foglietti e agli avvisi ottocenteschi, alle locandine e ai manifesti del Novecento, sempre più complessi dal punto di vista della grafica e dei contenuti.
Fra le locandine e gli avvisi antichi sono conservati documenti di grande interesse storico: un avviso per i festeggiamenti in occasione della nascita del figlio di Filippo IV di Spagna (Milano, 1629), una grida relativa alla maschera durante il carnevale (Milano, 1692), editti concernenti l'uso di entrare in teatro senza pagare il biglietto (Milano, 1692 e 1710), alcuni editti emessi durante il regno di Maria Teresa d'Asburgo. Interessanti anche i regolamenti di polizia relativi ai teatri e alle feste da ballo, della prima metà dell'Ottocento.
Locandine in seta e dediche su carta traforata ad imitazione di pizzo sono curiose testimonianze del gusto ottocentesco.
In epoca più recente, numerose locandine testimoniano l'attività artistica della Duse, di Tommaso Salvini, di Ermete Novelli e di altri grandi della scena italiana. Importanti sono anche le locandine di alcune prime rappresentazioni, come quelle della Figlia di Iorio e di Francesca da Rimini, quest'ultima disegnata da Adolfo De Carolis e firmata dagli attori della compagnia, nonché le locandine di alcune prime delle commedie di Pirandello.
Una menzione particolare spetta alle raccolte cronologiche delle locandine del Teatro dei Fiorentini di Napoli (1868-1869) e quella, vastissima, del Teatro Argentina, che va dal 1919 al 1944.



Consulta i database